ITINERARI ORGANISTICI, EDIZIONE 2005 – S. LUCIA DI BUDOIA

Sabato 1 ottobre 2005 – ore 20,45
Santa Lucia di Budoia – Chiesa Parrocchiale dei S. Giuseppe e Lucia

Organisti:
Stephan Kofler e Lorenzo Marzona

Corale “Il Gialuth” di Roveredo in Piano – Lorenzo Benedet direttore
Polifonica Friulana J. TomadiniMassimo Gattullo direttore


STEPHAN KOFLER 

Louis Nicolas Clérambault (1676 – 1749) dalla Suite du Premier Ton :
– Grand Plein jeu
– Duo
– Récits de Cromorne et de Cornet séparé

Francois Couperin (1668 – 1733) dal Gloria della Messe à l’usage des Couvents :
– Et in terra pax – Plein jeu
– Domine Deus, Agnus Dei Chromhorne en taille
– Qui tollis peccata mundi
– Dialogue sur la Voix Humaine
– Quoniam Tu solus Sanctus
– Dialogue sur les Tierces et la basse sur la Trompette
– Offertoire sur les Grands jeux

Vincent Lubeck (1654 – 1740) – Preludium in fa

Georg Boehm (1661 – 1733) – Vater unser im Himmelreich (corale ornato)


LORENZO MARZONA

Georg Boehm – Vater unser im Himmelreich (fuga)
– Christe, der du bist Tag und Licht

Johann Gottfried Walter (1684 – 1748)
– Nun komm der Heiden Heiland

Lambert Chaumont (1635 – 1712) da Pièces d’orgue sur les huit Tons – Deuxième Ton :
– Chaconne grave

Anonimo di Limoges (fine sec. XVII) dall’Ave Maris Stella :
– Prélude chromatique
– Tierce en taille

Louis Marchand (1669 – 1732) dal Te Deum :
– Plein jeu
– Basse de Cromhorne
– Duo
– Récit
– Grand jeu


STEPHAN KOFLER
nato nel 1960 a Merano, ha studiato al Conservatorio di Innsbruck “Organo” e “Composizione Organistica”, diplomandosi eccellentemente con Prof. Reinhard Jaud, ed all’Università Ca Foscari a Venezia “Storia della Musica”.

Ha seguito dal 1985 – 1992 regolarmente i seminari con Ton Koopman (Amsterdam) sulla prassi della musica barocca.

Inoltre ha seguito corsi di perfezionamento in Austria, Germania, Olanda e Francia con M. Chapuis, 1985 e 2005 Musica francese (17. e 18. Sec. ) X. Darasse 1985 Musica romantica francese S.Vartolo 1985 Frescobaldi e A.Scarlatti A.Mitterhofer 1990 J.S.Bach, L. F. Tagliavini, Seminari su Frescobaldi 1992 H. Vogel, Buxtehude e la scuola del nord 1991, J. C. Zehnder, J.S. Bach 1994, Daniel Roth 1995 C.Franck B. Matter 1995 Improvisazione

Ha suonato per prestigiosi Festivals in Italia, Austria, Svizzera, Germania, Olanda, Inghilterra; 5 Tournee in Messico (Mexico City, Puebla, Guanajato,Merita, Acapulco, Toluca,Celaya, Festival Cervantino) ed Argentina (B. Aires, Rosario, Cordoba). Ha tenuto seminari e corsi in Italia, Messico ed Argentina sulla musica organistica della Germania del Sud (Muffat,Pachelbel,Kerll) e su Max Reger.

Ha fondato il “Festival Internazionale d’Organo di Merano (1985), i CONCERTI della CHIESA EVANGELICA di Merano ( 1986) ed il Festival “MAX REGER” (1994).

Ha partecipato come protagonista al film “Ossessione musica” sulla vita di Max Reger (2002),che è stato realizzato in collaborazione con il MAX REGER INSTITUT di Karlsruhe e trasmesso da diverse emittenti europee (RAI, SRG, 3 Sat) ed anche a diversi Reger Festival ( Merano 2002, Meiningen 2003,Dortmund 2004)

Ha inciso per diverse emittenti radiofoniche e televisive nazionali ed internazionali (RAI, ORF, SRG, TELE AZTECA) ed ha inciso inoltre diversi cd con musiche organistiche ed cameristiche.


LORENZO MARZONA,
iniziati gli studi musicali con il m. Mario Soler, ha scelto di dedicarsi esclusivamente alla musica antica privilegiando, rispetto ai consueti percorsi accademici, il rapporto personale e diretto con alcuni tra i più noti specialisti europei (in particolare A. Marcon e L. Ghielmi) ed approfondendo in special modo i problemi riguardanti le antiche prassi interpretative.

Ha seguito vari corsi di perfezionamento sia per il repertorio tastieristico (J.C. Zendher, H. Vogel, L.F. Tagliavini, R. Jaud, G. Auzinger), sia per la direzione corale (E. Schwarb, A. Vanzin, A. Martinolli).

Svolge attività concertistica come solista e continuista in gruppi vocali e strumentali collaborando in particolare con l’ensemble di musica rinascimentale “Alessandro Orologio” di Spilimbergo e con il gruppo “Armonico Cimento” di Ferrara ed è stato ripetutamente invitato ad esibirsi in alcune fra le più importanti città italiane (Torino, Milano, Gorizia, Trento, Roma, Ferrara, Udine, Pesaro, Pordenone, Treviso, Trieste, Merano) ed in Austria.

E’ tra i fondatori dell’ensemble “Collegium Musicum Naonis” di Pordenone.

Promuove e collabora all’organizzazione di numerose attività organistiche.

Svolge servizio di organista presso le parrocchie di Spilimbergo (organi Zanin 1981 e 1986) e Dignano (organo Merlini 1786) ed è Presidente dell’Associazione per la Musica Sacra “Vincenzo Colombo” di Pordenone.

Ha registrato per la casa discografica “Rainbow” un CD sugli organi d’arte del Veneto orientale e dal vivo nel Vespro per la Beata Vergine di Claudio Monteverdi.

Quale Ispettore onorario del Ministero con incarico di tutela degli organi artistici del Friuli Venezia – Giulia ha seguito e sta seguendo il restauro di numerosi strumenti della Regione fra i quali si rammentano quelli di Aviano, Pordenone (B. Odorico, Duomo, S. Giorgio e SS. Ilario e Taziano), Porcia, Casarsa della Delizia, S. Giorgio della Richinvelda, Montereale Valcellina, Budoia, Visinale, Vigonovo, Gorizia (S. Ignazio, S. Andrea, Duomo, S. Rocco), S. Lorenzo Isontino, Mossa, Farra d’Isonzo, Trieste (S. Giacomo), Prosecco, Tarcento (Santuario).

E’ stato chiamato come consulente nella progettazione di organi nuovi fra i quali quelli di Fossalta di Portogruaro, Rauscedo, Valvasone, Gradisca di Spilimbergo, S. Leonardo Valcellina, Sacile (S. Michele), Roveredo in Piano, Pordenone (Seminario), Arzene, Borgo Carige, Ferrara (S. Giorgio) .

Ha pubblicato articoli di carattere organario sulla rivista “Arte organaria e organistica” (Ed. Carrara), sul bollettino “Cantate Domino” dell’Associazione “Vincenzo Colombo”, sulla rivista “Barbacian” della Pro Loco di Spilimbergo e sulla rivista on-line dell’Associazione Italiana Organisti di Chiesa.

Ha tenuto corsi di aggiornamento di carattere organistico ed organario per la Fondazione “S. Cecila” di Portogruaro, per la Fed. Naz. “Pueri Cantores” e per l’Associazione per la Musica Sacra “Vincenzo Colombo” di Pordenone.

E’ stato chiamato nel 2004 quale relatore a tenere un intervento sull’evoluzione dell’organaria viennese nel Convegno “La scuola viennese da Mozart ad oggi” organizzato dal Conservatorio di Adria.


Il GRUPPO CORALE “GIALUTH” nasce nel 1986 da un gruppo di persone appassionate di canto popolare. Successivamente il repertorio si amplia e diversifica arrivando a quello attuale che comprende polifonia sacra e profana (antica e moderna), canto di tradizione popolare e musica leggera (brani di cantautori, colonne sonore di film, ecc.)

Nel 1992 il coro inizia in maniera consistente la propria attività concertistica uscendo dall’ambito prettamente locale; le trasferte in Ungheria e Svizzera portano risultati lusinghieri.

In questi quasi vent’anni di attività ha cantato, oltre che in Italia, in Spagna, Germania, Francia e Slovenia e Polonia.

Nel 2000 il coro ottiene il 2° Premio (primo non assegnato) al Concorso Nazionale di Musica Sacra “Città di Porto Empedocle”.

Il Gruppo è diretto fin dalla sua fondazione dal Maestro Lorenzo Benedet.


La “POLIFONICA FRIULANA JACOPO TOMADINI” è stata fondata nel 1968 ad opera di padre Vittoriano Maritan (O.F.M.), quale sostegno musicale alla liturgia presso il Santuario di “Madonna di Rosa” a San Vito al Tagliamento. Dopo il superamento della soglia dei 30 anni dalla sua fondazione, prosegue incessantemente nel lavoro di divulgazione del patrimonio corale. Nel corso di quasi 40 anni ha tenuto concerti in tutta Europa, compiendo tourneè in Francia, Grecia, Germania, Gran Bretagna, Spagna.

Oltre a repertori prettamente corali a cappella, si ricordano esecuzioni della “Missa Ducalis” di J. Tomadini, eseguita in collaborazione con l’Orchestra da Camera di Sacile (1983), dei brani corali tratti dall’oratorio “Il Messiah” di G. F. Haendel, della “Kronungsmesse” (in collaborazione con il coro di Stadtlohn e l’orchestra barocca di Groningen), dei Te Deum di Mozart e di Arvo Part. Il coro è attualmente diretto da Massimo Gattullo.


OrganoSantaBudoia

ORGANO ANDREA ZENI (2000)

GRAND’ORGUE
Montre 8
Prestant 4
Doublette 2
Fournoiture 3-2f
Flute 8
Flute 4
Cornet V (dal fa2)

POSITIF DE DOS
Bourdon 8
Prestant 4
Nasard 2 2/3
Doublette 2
Tierce 1 3/5
Cromorne 8
Trompette 8

PEDAL
Soubasse 16
Flute 8
Trompette8

Tastiere di 58 tasti, ped. Di 30 diritta e parallela G.O.
Unione tastiere a cassetto, tirasse G.O
Tremblant doux, temperamento inequabile.

Share