Martin Parr: Ironia e società

Circolo Fotografico Riflessi e Arca delle Arti presentano:

MARTIN PARR: IRONIA E SOCIETA’
Conferenza di Storia e Critica della Fotografia

Relatore: Arch. Christian Mattarollo
Organizzatori: Circolo Fotografico Riflessi e Arca delle Arti

Una lettura critica dell’opera di Martin Parr (1952), irriverente fotografo inglese, attento osservatore delle contraddizioni della società dei consumi tramite una narrazione in bilico tra l’ironia e l’assurdo.
Nell’estate del 2016, tale ricerca è stata selezionata ed esposta in occasione di un ciclo di conferenze sui linguaggi contemporanei a Lisbona in Portogallo, proponendo un nuovo sguardo critico sul lavoro dell’autore.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
L’incontro si terrà venerdì 7 giugno alle ore 21.00, presso L’Arca delle Arti, in Via Sebastiano 18 a Pordenone.


Curriculum vitae
Mattarollo Christian – Architetto e Critico della Fotografia

Dopo i primi studi in arti visive, si laurea in Architettura presso lo IUAV di Venezia, approfondendo la storia della fotografia con lo storico Angelo Maggi e collaborando alla didattica universitaria col celebre urbanista Bernardo Secchi.

Allo studio della storia e della critica, affianca l’attività d’architetto; nel 2010 si trasferisce a Lisbona, dove collabora con lo studio di paesaggio PROAP, coordinato dal famoso paesaggista portoghese João Nunes, partecipando a vari concorsi internazionali con gli studi Gonçalo Byrne e Aires Mateus.

Nel 2012 si sposta a Parigi, dove lavora al restauro degli edifici modernisti francesi e al progetto di nuovi insediamenti scolastici, continuando la sua formazione nel mondo delle arti visive.

Attualmente in Italia, lavora nel mondo del LUXURY DESIGN, curando l’immagine e la realizzazione di vetrine, corner e boutique per il mondo della moda e del lusso per brand come PRADA, L’OREAL PARIS, MONTBLANC, FERRARI, RICHEMONT, JIMMY CHOO e ARMANI.

Nel settore della fotografia, tiene Corsi di Storia e Critica della Fotografia, Workshop, con conferenze in Italia e all’estero.
Le sue ricerche indagano le contaminazioni tra diverse discipline, in particolare l’architettura, l’arte e naturalmente la fotografia contemporanea.

Share